Attraverso il quotidiano A Bola, André Silva, attaccante del Milan in prestito al Siviglia, ha voluto rispondere alle accuse del tecnico degli andalusi Caparros: “Ovviamente non fingo di essere infortunato, ho la coscienza a posto. Certe insinuazioni mi rendono triste. Non tollero che mi venga puntato il dito contro e che si dica che non ho voglia di lavorare. Il mio futuro? Sono un giocatore del Milan“.