Reduce dalla vittoria rigenerante con la Spal, l’Inter si rituffa nel clima europeo e ospita l’Eintracht Francoforte. Dopo lo 0-0 dell’andata in terra tedesca, gli uomini di Luciano Spalletti dovranno vincere per passare il turno. Obiettivo non semplice sia per il livello dell’avversario che per i problemi interni: tra infortuni, defezioni di altro genere, squalifiche, gente non al meglio ed energie da valutare anche in vista del derby di domenica, il tecnico nerazzurro dovrà compiere una mezza impresa.

 

Spalletti avrà a disposizione appena 12 giocatori di movimento della prima squadra, poi solo portieri e ragazzi della Primavera. L’opzione più ragionevole sembra essere quella del 4-2-3-1, con Vecino-Borja Valero in mediana e Candreva trequartista alle spalle di Keita, più Politano e Perisic larghi. L’alternativa tattica porta alla difesa a tre, magari con l’inserimento di Ranocchia e lo spostamento di Politano centravanti, con Keita inizialmente in panchina. Se dovesse concretizzarsi quest’ultima soluzione, Spalletti dovrebbe schierare Skriniar nella linea mediana insieme a Vecino, avanzando di conseguenza Borja Valero alle spalle di Politano falso nueve.

INTER (4-2-3-1): Handanovic; Cedric, De Vrij, Ranocchia, D’Ambrosio; Vecino, Skriniar, Candrea, Borja Valero, Perisic; Politano.